FANFULLA. Roma 13 novembre 2010

di fuoritono

SCALETTA: DAVID HALE, CASO, KEPI

IN MACCHINA: a piedi

Giorno 6/b. Ci avevano avvisato di finire presto, perchè dopo la mezzanotte la gente sarebbe stata troppa e le voci troppo alte per le nostre chitarrine di legno. Prima suona David i soliti quattro pezzi e una corda si rompe. Poi suono io e c’è attenzione, ma anche già molto baccano. Kepi ci prova ad accordare lo strumento, ma è costretto a rinunciare. Il resto del suo concerto è storia: il dj che manda i pezzi (dei sui Groovie Gholies e non solo) e lui che li canta al microfono saltando sui divani e spronando la sala a ballare. Mentre noi increduli facciamo filmati per fissare il momento, la gente balla e si chiede chi sia questo nuovo “animatore” della serata. Facciamo davvero tardi e domani dobbiamo farci Roma – Brescia, Kepi lo capisce e ci mette a letto dettando gli orari per il giorno a venire.

Annunci