LO-FI. Milano 27 aprile 2013

di fuoritono

lo-fi

 

SCALETTA: CASO, IL BUIO

IN MACCHINA: solo

Da dietro il microfono Alberto scatta una foto mentre Il Buio montano gli strumenti per provare i suoni. Io e Checco siamo nella sala vuota, ci scambiamo qualche battuta. Il pavimento con questi colori sembra un quadro di Rothko, un “finestrino di treno” direbbe Paolo Nori. Lo calpestiamo, lo misureremo con i nostri passi più volte nell’attesa. Siamo sciolti stasera, durante la cena e nei discorsi prima e dopo di quello che in gergo chiamano “show”. Sì, stasera anche durante.

Annunci